Feb 01

Il vino migliore per accompagnare una grigliata di pesce

In estate, soprattutto nelle vacanze al mare, non mancano di sicuro le grigliate di pesce. In quest’ultima, sono presenti diverse varietà di pesce, e quindi è bene sapere quale sia il vino migliore da abbinarci.

Come organizzare una grigliata di pesce?

Prima di decidere il vino più adatto, è bene sapere quali pesci andranno scelti per la grigliata, tenendo presente che devono essere della giusta consistenza. Per questo sono adatti i salmoni, il tonno, gli sgombri, le sarde, le triglie, il branzino, il pesce spada e i crostacei. Si possono anche grigliare i molluschi, come le seppie e i calamari, di piccole dimensioni.

Anch’essi, come la carne, devono essere marinati con olio extravergine di oliva, limone, sale ed erbe aromatiche (prezzemolo, salvia, basilico), per un minimo di mezz’ora a un massimo di due ore. Come contorni, si possono servire delle insalate fresche, delle verdure grigliate o servite in pinzimonio.

Non può mancare di certo il dolce adatto. In estate, il dessert migliore rimane sempre quello a base di frutta, magari in macedonia, con una pallina di gelato, o magari una cheesecake.

Considerando che questo tipo di grigliate si tengono soprattutto nei mesi estivi, magari per ferragosto, si possono servire alla fine anche delle granite o dei sorbetti.

Il vino per la grigliata

Sulle guide enogastronomiche, di certo non mancano i vini bianchi adatti, che devono essere di medio corpo, magari provenienti dalla Sicilia.

In questa lista, si possono includere:

  • il Contessa Entellina Chardonnay Doc, prodotto nella provincia di Palermo, che è adatto alle grigliate e ai pesci di fiume;

  • il Monreale Bianco Superiore Doc, un vino palermitano, sapido, con un profumo complesso, può accompagnare grigliate di pesce, triglie al cartoccio e maccheroni alle cozze;

  • il Delia Nivolelli Chardonnay Doc, trapanese, che, oltre al pesce è adatto anche ad accompagnare i formaggi semi-duri;

  • l’Erice Bianco Doc, proveniente anch’esso da Trapani;

  • l’Eloro Pignatello Doc, un rosso dal sapore asciutto e gradevole, quindi adatto anche alle grigliate e ai primi di pesce, le cui zone d’origine sono Ragusa e Siracusa;

  • l’Etna Superiore Bianco Doc, della provincia di Catania, è adatto anche per i pesci cotti al cartoccio;

  • il Menfi Cardonnay Doc, di Agrigento, si può abbinare anche alla pasta al pomodoro o ai frutti di mare.

Oltre ai vini siciliani, si può optare per dei vini della Toscana, come il Monteregio di Massa Marittima Vermentino Doc o il Parrina Bianco Doc.