«

»

Mag 13

Verso l’azzeramento delle scommesse sportive. Il piano di Padoan per la ricostruzione del comparto

padoanContinua il periodo d’oro per il settore dei giochi online in Italia, che hanno chiuso l’anno 2015 con una raccolta complessiva di 88,2 miliardi di euro (+4,4% rispetto al 2014) e una spesa netta di 17,1 miliardi di euro (+1,2% rispetto al 2014). Il boom del gambling made in Italy ha permesso all’Erario di incassare 8 miliardi di euro, segnando un +1,7% rispetto all’anno precedente.

Sono questi i dati più importanti che emergono dal “Libro Blu” dei Monopoli di Stato pubblicato nelle scorse settimane dall’AAMS, numeri che attestano l’ottimo stato di salute del settore dei giochi in Italia. A dominare le scene, come nella passata stagione, il comparto di new slot e vlt, che grazie ad una raccolta pari a 48,8 miliardi di euro, costituisce il 54,5% del mercato nazionale e oltre il 50% dell’entrate erariali provenienti dal gambling. Tra le categorie che hanno registrato un notevole balzo in avanti spicca anche quella delle scommesse sportive, che hanno chiuso l’anno solare a 5,6 miliardi di euro, +31.5 rispetto ai 4,2 miliardi di euro dell’anno precedente.

L’anno che verrà potrebbe essere quello della riconferma per il gambling, ma gli esperti del settore sostengono che molto dipenderà anche dal modo in cui il comparto si adatterà alle nuove tassazioni imposte dalla Legge di Stabilità 2016. Un ruolo chiave sarà svolto dal bando di gara, inserito nella legge di Stabilità 2016, che prevede “l’assegnazione delle concessioni (della durata complessiva di nove anni) per 10mila agenzie di commesse (con base d’asta non inferiore a 32 mila euro) e di 5mila corner sportivi e ippici (con base d’asta di 18 mila euro), di cui solo mille potranno essere installati in bar ed esercizi similari che hanno come attività principale la somministrazione di alimenti e bevande”.

La nuova gara d’appalto, nello specifico, determinerà l’azzeramento totale della rete e di tutte le licenze assegnate ad agenzie e corner point (13.582 diritti) nel lontano 2011. Tale provvedimento inserito dalla Commissione Parlamentare nella stesura della Legge di Stabilità è finalizzato alla lotta che il governo Renzi sta portando avanti contro i centri scommesse illegali, i ctd e le agenzie che sfruttando il sistema dei totem trasferiscono denaro dei consumatori italiani in paradisi fiscali. Il ministro Padoan confida che questa rivoluzione del comparto possa incrementare gli ingressi per le casse dell’erario, combattere le infiltrazioni della criminalità organizzata e incrementare la sicurezza di milioni di consumatori.