«

»

Ago 31

Dove si può fumare la sigaretta elettronica?

La sigaretta elettronica è stata a lungo equiparata, dalla legge, alla classica sigaretta bionda con la conseguenza che molti svapatori non potevano utilizzarla nei locali pubblici chiusi ed in molti altri luoghi. C’era moltissima confusione su dove l’e-cig potesse essere usata e su dove invece non poteva essere utilizzata, e questo ha creato incomprensioni e caos per un po’ di tempo.

Si può fumare dappertutto?

La sigaretta elettronica oggi come oggi non può essere fumata dappertutto, ma almeno ci sono delle indicazioni un po’ più chiare sui luoghi dove può essere usata, sul sito brutale.info leggiamo dove si può fumare. Oggi, non essendo più paragonata la sigaretta elettronica al tabacco normale, essa può essere fumata nei cinema, nei mezzi pubblici e nei bar. La legge è più chiara e flessibile e permette ai gestori dei locali pubblici di permettere (ma anche di vietare) l’uso della e-cig all’interno degli stessi. Rimangono però dei divieti assoluti che bisogna rispettare. Dobbiamo quindi ricordare qualche regola stabilita dalla legge.

Le leggi ed i divieti sulla sigaretta elettronica

Innanzitutto, la legge vieta severamente l’uso della sigaretta elettronica nei locali chiusi, nelle istituzioni scolastiche sia private che pubbliche, nelle scuole delle comunità di recupero e delle carceri minorili, e nei centri dell’impiego e formazione professionale. Nei locali pubblici di norma la sigaretta elettronica non è vietata. Ricordiamo però che gli esercenti e i gestori di ristoranti e locali pubblici possono riservarsi di non permettere l’utilizzo della sigaretta elettronica nei loro locali. In tutti questi casi, la soluzione migliore è quella di chiedere di volta in volta ai gestori dei locali quando sia permesso l’uso della sigaretta elettronica e quando invece non sia permesso.

Per quanto concerne i mezzi pubblici, le norme si dividono. Buona parte delle aziende ferroviarie ha vietato l’uso della sigaretta elettronica sui mezzi, e anche tante compagnie aeree hanno previsto le stesse limitazioni. In caso di dubbio, ricordate che l’ultima parola è del comandante della nave o dell’aereo o del treno. La cosa migliore da fare è informarsi prima, specie se si intende fare un viaggio lungo, in modo da evitare poi incomprensioni o situazioni difficili.

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro, la possibilità di uso della sigaretta elettronica dipende dalla volontà dei datori di lavoro o del capo dell’azienda. Se però il datore di lavoro decide di permettere l’uso della sigaretta elettronica da parte dei dipendenti, deve anche effettuare la valutazione dei rischi nell’uso della e-cig in questione, ai sensi di legge.