Plutone: storia e curiosità nella mitologia greca

Quando si parla del Dio Plutone, ferisce ad una delle divinità romane facenti parte degli dei della mitologia Latina che corrisponde al Dio Ade per i greci, signore dell’inferno dove egli regna con la moglie Proserpina o Persefone. Secondo il mito greco, Ade era uno dei figli di Rea e di Crono nonché fratello del grande Zeus, Poseidone, di Estia, di Era e di Demetra.  la storia del dio Plutone corrisponde a quella del dio Ade quindi nella sua descrizione siamo tranquillamente appoggiarci a quella che è la letteratura greca.

Storia e curiosità nella mitologia greca

Plutone viene spesso interpretato come il dio più odiato dagli esseri mortali ed il motivo non è molto difficile da comprendere visto che egli è appunto Il Dio degli Inferi.  Tuttavia quando si parla di Plutone, vi sono due distinzioni da fare poiché è il termine “Pluton “, assume un significato completamente diverso della figura di Ade poiché con il nome Plutone si vuole identificare un qualcuno in grado di dispensare ricchezze dunque qualcosa che lo differenzia dal Dio dei morti che invece toglie.

Trani curiosità dio Plutone, vi è sicuramente il mito greco che riguarda Il rapimento di Proserpina o come già detto nota anche come Persefone, questa era figlia di Demetra e quando Plutone la vide se ne innamorò alla perdizione.  Persefone stava raccogliendo dei fiori in un campo e quando Plutone La vide decise di rapirla e portarla con sé nel regno degli Inferi così da farla divenire sua regina sempre.

Quando giunsero nell’Ade, questo la invito a mangiare del melograno e la ragazza ingenuamente se ne cibò inconsapevole del fatto che chi mangia frutta all’interno del regno degli Inferi è costretto a rimanervi per sempre. Quando la madre si accorse di quanto era successo fece cadere un grigio inverno su tutta la terra disperata per la perdita della figlia ma dopo varie trattative riuscì a giungere ad un accordo con il fratello Zeus.

Persefone avrebbe dovuto passare sei mesi sulla terra con la madre di restanti 6 mesi nel regno degli Inferi insieme al marito ecco dunque che le stagioni presero forma nei mesi in cui lei è sulla terra si vivono primavera e d’estate quando invece ritorna nel regno degli Inferi, autunno ed inverno.

Quando si cerca di dare un volto al dio Plutone questo viene sempre raffigurato con un uomo in avanzata età uno sguardo molto Severo una barba lunga ed una folta capigliatura che tiene in mano delle chiavi ho spesse volte uno scettro. Viene spesso raffigurato su un trono d’ebano e sotto i suoi piedi, in molte raffigurazioni vi è Cerbero, il cane a tre teste guardiano del regno degli Inferi.