Onice: caratteristiche della pietra, utilizzi e lavorazioni

Con la definizione di Onice,si identificano due tra i più bei tipi di rocce esistenti al mondo, già a partire dai colori poiché una è nera e l’altra bianca. L’onice bianco è in realtà un marmo estratto in blocchi candido nell’aspetto ma molto fragile, conosciuto ed apprezzato già al tempo dei greci. la più conosciuta però è senza dubbio l’onice nero, una preziosa pietra di origine vulcanica che racchiude in sé misteri, miti e leggende.

Caratteristiche

Dal punto di vista mineralogico, è una varietà di calcedonio che può essere opaca o lucida. il suo colore nero è in alcune qualità della pietra, è intervallato da bellissime striature bianche e candide e come per tutte le varietà di quarzo, anche l’onice si contraddistingue per la sua elevata durezza. in cristallo terapia invece, l’onice è ampiamente utilizzata poiché apporta allo spirito ed al corpo numerosi benefici.

Utilizzi

L’onice nero con la sua purezza di colore, viene spesso utilizzato in altre lavorazioni ed è proprio il suo colore che lo rendono molto idoneo al lavoro degli incisori, è infatti una base di sfondo ideale sulla quale è possibile andare a poggiare o anche incastonare, delle bellissime pietre più chiare e brillanti. in cristallo terapia viene principalmente utilizzato per cinque importanti scopi.

  • armonizzazione del primo chakra che è posizionato alla base dei sette chakra ossia all’inizio della spina dorsale ed indossare l’onice aiuta a migliorare il proprio rapporto con la terra.
  • tiene lontane le energie negative dal corpo ma anche dagli ambienti in cui si vive.
  • una pietra che va a migliorare l’autostima e ad avere visioni più chiare delle scelte da affrontare.
  • una pietra importante perché riesce anche ad assorbire le energie in eccesso equilibrandole così da riuscire a prendere le decisioni più giuste.
  • rafforza l’udito, ma perché ciò avvenga, bisogna appoggiare la pietra per almeno 5 minuti vicino all’orecchio.

Quando la pietra sarà oramai esausta, andrà purifica immergendola per qualche minuto sotto dell’aqua corrente fredda.

Lavorazioni

L’onice nera viene utilizzata per la produzione di monili e gioielli; viene tagliata e lavorata in varie forme per essere utilizzata come piccolo oggetto da tenere in casa invece quando si realizzano dei gioielli, sono diversi i tagli e le forme in cui questa viene lavorata. È possibile trovare l’onice incastonato in preziosi gioielli in argento ma anche semplicemente libera sotto forma di perle utilizzate per produrre delle bellissime collane o bracciali, interamente in pietra.