«

»

Feb 13

Come investire sul petrolio con ETF

Come scegliere l’ETF per investire sul prezzo di mercato del petrolio? Quali sono i consigli degli analisti? In che modo fare trading sul greggio nella maniera più sicura e allo stesso tempo più remunerativa possibile? Ecco, nel presente articolo proveremo a soddisfare quesiti di questo tipo, dividendo le risposte nei due paragrafi che seguono.

Investire sul petrolio con ETF: informazioni generali

Considerando che il petrolio è ad oggi fra le materie prime più sfruttate negli investimenti, in molti continuano a domandarsi come investire sulla quotazione del greggio e cavalcare l’onda. Che siano investitori esperti o meno, in molti scelgono gli ETF per fare trading. Ma per ETF cosa si intende?

ETF sta per Exchange Traded Fund ed è una speciale categoria di strumento d’investimento che non necessita di un gestore umano e risulta piuttosto consigliato ai traders alle prime armi per via del basso costo di gestione rispetto ad altre soluzioni. Gli ETF sostanzialmente ricopiano l’andamento del paniere di titoli a cui si riferiscono garantendo una resa uguale o quasi all’andamento dell’indice sottostante.

Gli Exchange Traded Fund oltre a permettere di investire sul petrolio consentono all’investitore di speculare su indici azionari, obbligazionari, materie prime e quant’altro e, il basso costo di gestione ne garantisce un largo utilizzo.

Ma tornando sul nostro amato greggio, una domanda sorge spontanea quali sono gli ETF selezionabili per quanto riguarda il petrolio? Quali bisogna scegliere?

ETF e petrolio: tipologie di trading

A seconda del tipo di investimento sul petrolio che preferiamo, esiste un ETF specifico. Questi sono i principali, divisi in base alla mossa che si intende fare:

  • ETF short: per il ribasso
  • ETF long: per il rialzo
  • ETF a leva: per amplificare i movimenti del sottostante
  • ETF Brent: basato sul benchmark inglese/europeo
  • ETF WTI: basato sul benchmark statunitense

Investire sul petrolio tramite ETF sarà dunque possibile sia sulla Borsa Italiana, sia su tante altre borse europee o mondiali. L’operazione, pur risultando semplice ed eseguibile in poche mosse affidandosi a uno dei tanti broker online che ormai popolano il web, necessita della presa in considerazione di vari fattori.

Nel caso in cui a investire sarà un trader alle prime armi, sarà specialmente necessario consultare analisti, siti web specializzati nel settore e portali web con cui confrontarsi per aprire un proprio investimento. Inoltre, laddove possibile, è sempre consigliabile informarsi il più possibile sulla materia prima su cui si intende puntare per conoscerne i dettagli, gli andamenti, i fattori che ne influenzano il prezzo e informazioni simili così da non rischiare di perdere troppo e anzi, fare un investimento che risulti fruttifero e infine remunerativo.