I rimedi per contrastare la caduta dei capelli

La caduta dei capelli è un problema che colpisce sia uomini che donne. Esattamente come i peli, anche i capelli hanno un ciclo vitale. Dopo un po’ di tempo cadono per far spazio a quelli nuovi. I capelli crescono circa un centimetro al mese, e vengono sostituiti da quelli nuovi quando, quelli che crescono e quelli presenti, si toccano. Un capello mediamente dura circa 3 anni, ma in determinate condizioni la sua vita può essere anche molto più breve.

La caduta normale dei capelli avviene solitamente con il cambio di stagione oppure in condizioni di stress particolare, come una lunga esposizione ai raggi solari, alla salsedine del mare, al cloro presente nelle piscine e anche a causa di prodotti per i capelli particolarmente aggressivi. Anche lo stress mentale è una causa della perdita dei capelli. Diverso è però se si nota una perdita importante e continua dei capelli.

Se la perdita è prolungata e al di fuori di questi fattori, sicuramente è il caso di indagare in modo più approfondito. Le cause possono essere di diversa natura.

Sicuramente invecchiando la rigenerazione del capello è molto più lenta, ecco perché in età avanzata questo fenomeno è abbastanza normale. Le variazioni ormonali, soprattutto nella donna, possono avere la perdita dei capelli come controindicazione. Anche i trattamenti ai capelli come tinte, stirature e permanenti, possono creare la perdita dei capelli, quindi basterà ridurre lo stress sul capello e la situazione dovrebbe normalizzarsi.

Bisogna prestare attenzione anche all’alimentazione. È stato scoperto che un’alimentazione troppo ricca di grassi, favorisce la perdita di capelli. Bisogna prestare sempre attenzione ai livelli di vitamine e di ferro, in quanto una carenza contribuisce alla caduta. Non da meno è l’assunzione di medicinali, anche questi possono essere la causa della caduta dei capelli. Tutte queste condizioni, se eliminate, dovrebbero risolvere il problema. Se invece la caduta continua, è il caso di rivolgersi ad uno specialista.

Uno specialista potrà consigliarvi il rimedio più idoneo alla situazione.

Uno dei rimedi più utilizzati e che è anche alla portata di tutti, è il massaggio del cuoio capelluto. È possibile farlo tutte le volte che si lavano i capelli, e per alcuni, è sufficiente a limitare il problema.

Altro rimedio è quello di trattare i capelli e il cuoio capelluto con prodotti specifici. Tra i più consigliati troviamo foltina plus, un prodotto totalmente a base di ingredienti naturali, che riattiva i bulbi piliferi improduttivi e blocca la caduta dei capelli presenti. Se invece si vuole tentare anche la via dell’integrazione, esistono in commercio miscele di vitamine B che favoriscono la ricrescita.

Rimanendo sempre nell’ambito naturale, anche l’alimentazione specifica sembra dare buoni risultati. Alimenti come broccoli, uova, carote, noci e verdure a foglia, aiutano la ricrescita del capello e rinforzano il cuoi capelluto.

Se nessuno di questi rimedi ha portato giovamento, e la situazione è insostenibile, il trapianto di capelli è la soluzione definitiva.

Oramai esistono molte cliniche che possono accompagnare in questo percorso. Le cliniche del capello, effettueranno un’analisi del capello e del cuoio capelluto per determinare la causa della caduta dei capelli. Determinare la causa è fondamentale per trovare il trattamento giusto. Nella maggior parte dei casi, la perdita dei capelli è determinato da un fattore genetico, ciò implica che i rimedi classici possano non aver effetto. Ecco che in questo caso entra in gioco il trapianto. In pratica si prelevano delle porzioni di pelle con i relativi bulbi piliferi per innestarli nella zona desiderata.  È possibile anche effettuare un autotrapianto, ovvero prelevare una propria porzione di pelle dalle zone dove abbondano i capelli, per poi innestarle nelle zone dove questi mancano. Questo trattamento, è un vero e proprio trattamento chirurgico, quindi è meglio affidarsi a professionisti del settore.