Gallette di riso: fanno bene o male alla salute?

Le gallette di riso soffiato sono un’alternativa al pane per i celiaci e per chi vuole optare per un’alimentazione più salutare. Ma fanno davvero bene? Quante calorie contengono?

Le proprietà nutrizionali delle gallette di riso

A differenza di quanto si crede, le gallette di riso sono un alimento calorico, tanto che contengono 35 kcal per dieci grammi (che sarebbe il peso di ogni galletta), e sono di gran lunga più energetiche dal pane classico. Cento grammi di gallette, contengono in tutto 54,3 grammi di glucidi, 21,8 grammi di proteine e 4,9 grammi di lipidi.

Le quantità di fibre è considerevole e non contengono zuccheri semplici, ma il loro indice glicemico non le rendono adatte ad una dieta dimagrante.

Fanno male o bene?

Non c’è una vera risposta a se fanno bene o male. Se si acquistano quelle giuste, si può evitare di mangiare quelle che contengono sostanze nocive, come l’acrilamide. Le gallette fatte con riso soffiato proveniente da agricolture biologiche, sicuramente fanno meno male delle altre, ma non sono certo meno caloriche.

Se si è a dieta, ci sono comunque dei modi per abbassare l’indice glicemico dei carboidrati, come evitare di consumare le gallette sotto il sole, oppure usarle come contorni, oppure come snack a metà mattina o pomeriggio, spalmandovi, magari, una crema di formaggio o di legumi.

Ci sono, comunque, delle gallette preparate con altri cereali o semi, che possono essere meno “nocivi” di quelle di riso, a cominciare da quelle preparate con riso integrale, che contengono meno quantità di glucidi, mantenendo comunque le stesse caratteristiche, oppure di segale, che possono essere consumate anche dai diabetici.

Gallette di riso fatte in casa

E’ possibile anche prepararsi delle gallette di riso in casa, usando il tipo di riso giusto, proveniente da agricoltura biologica. Per prepararle occorrono tre etti di farina di riso, 120 grammi di farina di riso, quattro cucchiai di olio di semi, due bicchieri di latte di soia, due cucchiai di malto riso (o d’orzo) e, se si desidera arricchire la ricetta, si possono aggiungere farro, quinoa, semi di sesamo, etc.

La prima cosa da fare è mescolare gli ingredienti secchi, preferibilmente setacciati, e poi aggiungere l’olio di semi, il malto ed il latte, una alla volta, e gradualmente. Dopodiché si impasta fino ad ottenere una consistenza omogenea e liscia.

Si lascia riposare mezz’ora, stendendo poi la pasta con un mattarello, fino a che non arriva allo spessore di mezzo centimetro circa. Con un coppapasta, si dà la forma alle gallette ed infine si dispongono su una teglia rivestita da carta da forno, e si lasciano cuocere per mezz’ora, a 180°. Queste gallette, si potranno poi conservare in sacchetti di plastica ben chiusi, per non più di cinque giorni.

Se si desidera uno snack dolce, è possibile inserire del cacao nell’impasto di queste gallette, oppure spalmarvi un po’ di crema al cioccolato. Le idee per prepararvi un antipasto o uno spuntino sfizioso sono numerose.