Criptovalute: tutto quello che devi sapere per investire sul bitcoin

Le criptovalute sono nuovi assets finanziari impiegati da numerosi investitori che intendono differenziare i loro portafogli e che desiderano provare a sfruttare le nuove opportunità del mercato. Viste inizialmente con molto scetticismo, le altcoin – altro termine con cui ci si riferisce alle criptomonete – hanno dimostrato di poter contribuire alla crescita finanziaria degli investitori, a patto però che le operazioni con queste valute vengano gestite nella maniera corretta e che i rischi di investimento vengano ponderati.

Chi si avvicina al mondo delle criptomonete scopre innanzitutto che il Bitcoin è non solo la prima moneta virtuale che è stata presentata al pubblico, ma anche la criptovaluta che al momento ha la capitalizzazione di mercato più alta. E’ normale dunque andare alla ricerca di consigli per investire sul bitcoin in modo professionale, con l’obiettivo finale di sfruttare questa altcoin per mettere a frutto il proprio capitale e per differenziare la propria strategia di investimento.

Come investire in Bitcoin

Per provare a generare un profitto con i Bitcoin è necessario innanzitutto capire come investire in Bitcoin. Sono due le strade che gli investitori possono percorrere ed in entrambi i casi il potenziale guadagno sarà determinato dall’oscillazione del valore di questa criptomoneta.

Come prima strada gli investitori possono scegliere di acquistare i Bitcoin da rivenditori autorizzati. Si tratta di società che hanno ottenuto la certificazione per la vendita di criptomonete e che danno la possibilità ai loro clienti di fare operazioni di compravendita, scambiando i Bitcoin con altre criptomonete o con valute fiat. Nel caso di acquisto di Bitcoin sarà necessario aprire un portafoglio virtuale per le criptomonete, all’interno del quale conservare i propri Bitcoin in attesa che il loro prezzo salga e che possano essere rivenduti generando una plusvalenza.

La seconda opportunità di investimento prevede invece di fare trading con i Bitcoin. Le operazioni di trading possono essere eseguite in realtà con la maggior parte delle criptovalute, anche con quelle altcoin che hanno una ridotta capitalizzazione di mercato. Il vantaggio del trading è che sarà più semplice gestire l’investimento, non dovendosi occupare di acquistare i Bitcoin e di aprire un e-wallet: con le operazioni di trading si farà riferimento al valore della moneta, senza doverla acquistare.

In entrambi i casi il consiglio è di affidarsi a società specializzate e a piattaforme di trading autorizzate. Solo in questo modo si avrà la certezza di non incorrere in truffe online, un rischio che è sempre presente quando si parla di investimenti digitali, in particolare con assets innovativi come le criptovalute.

Investire in Bitcoin è sicuro?

I grandi investitori ed i piccoli risparmiatori che si avvicinano al mondo delle criptomonete si chiedono anche se investire in Bitcoin sia sicuro. Le criptomonete sono presenti ormai da diversi anni tra le valute con le quali si fa trading ed hanno dimostrato di poter essere un’ottima opportunità di investimento.

Il successo di alcuni investitori che con i Bitcoin hanno generato profitti elevati non deve però portare a credere che queste altcoin siano sempre e comunque redditizie. Ogni operazione finanziaria comporta un rischio e nemmeno gli investimenti in Bitcoin si sottraggono a questa regola.

Il bravo investitore deve essere in grado di valutare il rischio di ogni singola operazione finanziaria, di fare un’analisi del mercato e di stabilire come muoversi per ridurre al minimo il rischio e provare ad ottimizzare i profitti. Coloro che scelgono di acquistare Bitcoin o di fare trading con le criptomonete devono essere consapevoli dell’elevata volatilità del Bitcoin e dunque della possibilità che il valore di questa moneta subisca delle oscillazioni anche molto ampie, con conseguenti ampie variazioni del capitale investito per acquistare i Bitcoin o per fare trading con queste monete.