Come distribuire acqua potabile al meglio nei campi temporanei

Esistono molte parti del pianeta in cui l’acqua potabile è presente in quantità irrisorie, così come ne esistono altre in cui è inesistente.

L’assenza o la presenza limitata di acqua potabile può essere dovuta tanto alle caratteristiche endemiche della località in questione (come, ad esempio, nei deserti, nei canyon ecc.), quanto alla diffusione incontrollata di elementi contaminanti: si pensi, ad esempio, ai terremoti, che spesso rendono inutilizzabili diverse falde acquifere. Ci sono, infine, luoghi in cui l’acqua potabile è assente ma necessaria quando oggetto temporaneo di stanziamenti umani, come per esempio nei casi degli accampamenti.

In tutti questi casi diventa fondamentale poter sfruttare impianti capaci di rendere l’acqua potabile, ma anche altre attrezzature altrettanto importanti, in grado per esempio di accumulare questo importante bene primario, oltre che distribuirlo.

Utilizzare serbatoi flessibili negli accampamenti

È il caso dei cosiddetti serbatoi flessibili per l’acqua, tra le attrezzature più richieste all’interno dei campi temporanei, vista la loro capacità di raccolta ed erogazione.

Questo strumento ha il notevole vantaggio di poter essere trasportato comodamente da una sede all’altra. Per poter usufruire di ulteriori benefici, inoltre, può rivelarsi utile decidere di dotare il campo temporaneo di due serbatoi.

Così facendo, infatti, è possibile sia semplificare eventuali operazioni di trasporto, sia, soprattutto, effettuare interventi di manutenzione senza compromettere l’approvvigionamento idrico dell’accampamento, andando a interviene su un serbatoio alla volta.

Come acquistare sistemi di trattamento dell’acqua

Quando si ha la necessità di acquistare serbatoi o, più in generale, di intervenire dal punto di vista della depurazione dell’acqua, è bene affidarsi ad aziende in grado di assicurare professionalità e massima competenza, come per esempio EMWG.

Si tratta, infatti, di una realtà specializzata del settore, che da anni lavora con le tecnologie più avanzate per realizzare apparecchiature il più possibile performanti.

Non a caso i serbatoi flessibili per l’acqua di EMWG vengono realizzati utilizzando materiali sicuri, che resistono tanto alla forza dell’abrasione e della foratura tanto all’azione dei raggi UV.

Altrettanta cura viene riversata su tutte le giunzioni, che vengono rinforzate di default per implementare la loro resistenza nel tempo e che, in caso di necessità particolari, possono venire ulteriormente personalizzate.

Sempre a questo proposito, le parti necessarie all’alimentazione dei serbatoi EMWG possono essere realizzate in materiali differenti, a seconda delle singole necessità. Inoltre, le vasche, disponibili in varie dimensioni, sono progettate per resistere a condizioni atmosferiche, che vanno dai +70°C ai -30°C.

I modelli di serbatoi flessibili per i campi temporanei

Per conoscere al meglio l’offerta di EMWG per i campi temporanei è consigliabile visitare il portale di riferimento emwg.eu, dove sarà innanzitutto possibile conoscere meglio le caratteristiche dei serbatoi chiusi a cuscino. Si tratta di una soluzione ideale per l’accumulo e per la distribuzione dell’acqua potabile, con una valvola in dotazione pensata per evitare un sovra-utilizzo del sistema.

In alternativa, è possibile optare per i serbatoi aperti con struttura di sostegno, che possono essere ripiegati limitando al massimo l’ingombro sia durante il trasporto che in caso di stoccaggio.

I serbatoi aperti autoportanti, invece, sono delle vasche circolari che non hanno bisogno dell’utilizzo di un telo di supporto. Anche questo modello può essere ripiegato in modo da occupare meno spazio possibile ed è dotato di un sistema di controllo del riempimento: in questo caso, si tratta di un bordo galleggiante che innalza la parete del serbatoio fino al raggiungimento della massima capacità disponibile.