Feb 02

Charlie Hebdo fuori pubblicazione per due settimane

Charlie-HebdoCharlie Hebdo, la rivista oggetto del gravissimo attentato dello scorso gennaio, ha deciso di chiudere i battenti per due settimane, rinunciando alla pubblicazione del settimanale. La causa della decisione sarebbe lo stress che ha colpito i redattori sopravvissuti alla strage, dovuto a quanto accaduto agli otto colleghi e anche al periodo che ne ha fatto seguito.

Troppe pressioni e un episodio che di certo non andrà via dalla memoria della redazione, che comprensibilmente non può più lavorare con la tranquillità che regnava fino ad un mese fa.

Da qui, il comunicato giunto oggi riguardo la sospensione temporanea alla pubblicazione della rivista, che almeno per ora rimarrà fuori dai giochi per due settimane. Questo è il dato certo, poi quello che verrà nella seconda metà di febbraio è ancora un enigma.

Il ritorno in edicola di Charlie Hebdo è infatti un punto interrogativo, perché nonostante sia stato stabilito uno stop di quindici giorni, non è detto che questo periodo di pausa non venga prolungato dai redattori del settimanale francese. Nel frattempo i redattori potranno riposare e recuperare dal più che comprensibile stress e questo è ciò che conta, dopo un attentato in grado di sconvolgere la Francia e l’intero globo.