Caffè salentino: che cos’è e come si prepara?

Il caffè salentino è un caffè in ghiaccio, con del latte di mandorla e, sebbene abbia delle origini spagnole, è una delle bevande fredde tipica del Salento, da molti considerato una rivisitazione del caffè alla leccese. E’ adatto dopo i primi, i secondi o i dolci.

Le origini

Non ci sono dei veri e propri scritti sulle origini del caffè salentino, ma sembra che il primo caffè con ghiaccio e limone sia stato servito per la prima volta a Valencia, al “Café del Tiempo”, e nel Seicento, durante la dominazione spagnola, sembra che abbia iniziato a radicarsi nella zona del Salento.

Nell’Ottocento, il caffè salentino veniva servito anch’esso con della menta fresca o uno spicchio di limone, per essere sostituiti in seguito, insieme allo zucchero, con il latte di mandorla.

Delle origini del caffè con ghiaccio, invece, sembra che le teorie più accreditate collochino le sue origini ai francesi stanziati a Mazagran, in Algeria. In un volume scritto da William H. Ukers, All About Coffee, nel 1922, l’autore racconta di come i soldati francesi introdussero nella cittadina algerina il concetto della caffetteria, ricorrendo anche al metodo dell’estrazione del caffè freddo.

Come si prepara

Ogni barista ha un suo metodo e una sua miscela preferita, per preparare il caffè alla salentina o alla leccese. Chi desidera prepararlo in casa, è importante prima di tutto preparare il caffè espresso o moka, per poi versarlo in un bicchiere, riempito con qualche cubetto di ghiaccio secco (non in fase di scioglimento. Una volta versato il caffè, gli si può unire due o tre cucchiai di latte alla mandorla.

Di solito, questo caffè si serve con il classico pasticciotto, un dolcetto di pasta frolla, ripieno di crema pasticcera, tipico anch’esso del Salento, ma può andare bene anche un qualunque dolce cotto al forno, una brioche o dei biscotti.

Per quanto riguarda la varietà, sono molti i caffè che si possono utilizzare per prepararlo. Le ricette del caffè salentino, infatti, sono riportate su molti siti di industrie del caffè, come la Lavazza o il Nespresso.

Una bevanda da far provare ai turisti

Fare un vero e proprio caffè alla salentina non è così semplice, tuttavia, e nel Salento è un’arte quasi obbligatoria. Non sono pochi gli articoli in cui viene indicata come una bevanda da provare, insieme ad altre prelibatezze pugliesi, se si visita quella zona.

Sul sito LecceSette, è stato riportato il video di una turista turca (risalente al 2013), intervistata durante una sua visita nel Salento, e tra le sue molte tappe, è entrata in una caffetteria, dove gli hanno servito un caffè salentino, e lo ha trovato delizioso. Del resto, non è l’unica turista straniera ad apprezzare i piatti e le bevande tipiche dell’Italia!