Batteria per auto, ecco quando e come cambiarla

La batteria è una parte fondamentale dell’automobile, senza di essa infatti tutte le sue parti elettroniche non possono funzionare correttamente, neanche il motore si avvierebbe come dovrebbe fare. A volte, sfortunatamente, capita però che questa non funzioni: accendendo la macchina, il motore non si avvia, le luci e tutte le spie rimangono spente. Nella maggior parte dei casi il problema è meno grave di quel che si possa pensare, magari per sbaglio i fari sono stati lasciati accesi durante un periodo prolungato di sosta, scaricando così la batteria. Per i più sfortunati però questo è il segnale definitivo che la batteria dell’auto, ormai vecchia, è arrivata alla fine della sua vita ed è quindi da sostituire.

A questo punto la maggior parte degli automobilisti si rivolge ad un professionista per la sostituzione, ma c’è anche chi, volendo risparmiare sulla manodopera, sceglie di comprare autonomamente una delle batterie per le auto in commercio e sostituirla da sé. Una delle aziende leader in questo settore è la Casa del Filtro che, grazie ad un’esperienza di oltre 40 anni, offre prodotti di grande qualità, garantendo professionalità e sicurezza.

Come evitare di arrivare al limite

Come si è detto, nella maggior parte dei casi ci si accorge che la batteria dell’auto è da cambiare quando ormai si è già giunti al limite e la macchina non riparte più. Questo spiacevole fatto accade particolarmente spesso soprattutto nei mesi invernali quando, a causa del freddo, le batterie vecchie fanno più fatica a ripartire e possono cedere prima del tempo. Detto questo si può prevedere ed evitare questo avvenimento tenendo sotto controllo alcuni valori. Un primo fattore è la tensione della batteria a motore spento: questa infatti non dovrebbe mai scendere sotto i 12.4V, questo valore è facilmente misurabile con un voltimetro. Ugualmente in fase di avviamento la tensione della batteria deve sempre superare gli 11V. In ogni caso è vivamente consigliato far controllare la batteria ai primi segni di cedimento o, anche se sembra funzionare perfettamente, ogni 4-5 anni, periodo dopo il quale la batteria della macchina inizia a deteriorarsi. Un’altra cosa molto importante, ovviamente, è accertarsi che, se l’automobile non riparte più, la batteria sia effettivamente rotta e che, come detto in precedenza, non si siano semplicemente lasciati i fari o le luci interne accese, anche in questo caso l’automobile non riparte più, ma per ovviare il problema la soluzione sarebbe meno complicata e costosa: nella maggior parte di questi casi, infatti, è sufficiente spingere la macchina al momento dell’accensione o collegarla ad un’altra batteria con dei cavi.

Come sostituire la batteria

Una volta capito che la batteria dell’automobile è da cambiare, le soluzioni sono due: affidarsi ad un professionista o risolvere il problema autonomamente. Cambiare la batteria da soli è sicuramente più economico e nemmeno così difficile come si potrebbe pensare se si possiede l’esperienza adeguata. Il primo passaggio, ovviamente, è quello di togliere la batteria non funzionante, in questo caso in molti sottovalutano l’importanza della batteria tampone: infatti è molto importante collegare l’automobile ad un’altra batteria in modo da non interrompere il flusso di corrente durante la sostituzione. Per estrarre correttamente la vecchia batteria è necessario consultare il libretto delle istruzioni. A questo punto si consiglia di pulire la zona che ospita la batteria prima di inserire quella nuova. Per il nuovo inserimento è necessario consultare il libretto delle istruzioni per capire il giusto orientamento della batteria e dei componenti del vano. Il consiglio è sempre quello di lavorare prima con il polo negativo e in seconda battuta con quello positivo. Importantissimo è evitare contatti che possano danneggiare l’automobile o, ancora peggio, essere pericolosi per l’uomo. Una volta che si è certi che l’operazione sia andata a buon fine, il passaggio finale è testare se il tutto funzioni correttamente accendendo l’automobile.