Alimenti Gluten Free 2019: i nuovi tetti di spesa

I soggetti celiaci riconosciuti in Italia si dimostrano in continuo incremento. L’allergia e l’intolleranza al glutine, ha assunto nel corso degli ultimi anni dati incisivi, evidenziando la necessità dell’introduzione di alimenti gluten free all’interno della catena alimentare. Il nuovo decreto per l’assistenza ai celiaci riconosciuti ha assicurato il proseguimento gratuito di determinati prodotti alimentari per circa 200 mila soggetti. Nonostante il decreto garantisca la continuità della proposta il tetto massimo di spesa, aggiornato al 2019, ha previsto una riduzione del 19% rispetto agli anni precedenti. Ma andiamo ad approfondire la questione all’interno dei paragrafi successivi.

Modifiche e novità introdotte

Il nuovo decreto per l’assistenza ai celiaci, approvato dalla Conferenza Stato-Regioni, garantisce il sostegno gratuito per l’acquisto degli alimenti gluten free, sotto una spesa ridotta al 19%. Gli alimenti confezionati e precotti per i celiaci continuano ad essere resi disponibili in forma gratuita, con decadenza di acquisto periodica mensile, per 200 mila celiaci italiani.

Nonostante la riduzione del tetto di spesa complessivo il decreto assicura la copertura giornaliera al 35% sull’apporto calorico giornaliero di carboidrati senza glutine. Tra le novità introdotte anche i buoni digitali per i celiaci che saranno distribuiti nel corso del prossimo periodo. I buoni per la celiachia spettano per legge ai soggetti affetti dall’allergia, ma anche agli individui affetti da patologie quali la dermatite erpertiforme. I buoni vengono erogati dal Servizio Sanitario Nazionale e prevedono un importo suddiviso in base al sesso del soggetto e alla fascia d’età.

Tabella a fasce d’età e importo dei buoni gluten free

I nuovi tetti di spesa per l’erogazione dei buoni gluten free prevedono un importo fissato a 56 euro per i bambini, sia maschi che femmine, dai 6 mesi a 5 anni. Per i bambini dai 6 ai 9 anni l’importo è fissato a 70 euro. Per i maschi dai 10 ai 13 anni l’importo è fissato a 100 euro, ridotto a 90 euro per le femmine.  La fascia d’età dai 14 ai 17 anni prevede un importo di 124 euro per i maschi, 99 euro per le femmine. 

Dai 18 ai 59 anni i buoni sono fissati a 110 euro per gli uomini e 99 euro per le donne. Per gli over 60 i buoni scendono a 89 euro per gli uomini e 75 euro per le donne. Tra gli alimenti acquistabili con i buoni gluten free rientrano i beni di prima necessità come pane e affini, prodotti da forno, pasta e affini come pizza, prodotti già pronti e confezionati, farine e preparati per pane, pasta e pizza, cereali per la prima colazione, dolciumi e biscotti.